AMADA, per un progetto AUDACE - AMADA EU

AMADA, per un progetto AUDACE

/

AMADA, PER UN PROGETTO AUDACE

Audace solo nel nome, ma di fatto avveniristico e lungimirante: AMADA ha legato il suo nome a un progetto di grande rilievo che coinvolge l’Università di Trieste e mette alla prova le competenze degli studenti di ingegneria in fatto di sostenibilità ambientale.

“Ecologia” è uno dei 4 valori fondanti del Gruppo AMADA, l’impegno dell’azienda nel preservare l’ambiente si rivela a molti livelli, ne è un emblema la sede italiana totalmente ecosostenibile.

Quindi non stupisce che il Gruppo abbia risposto positivamente a una chiamata: sostenere in qualità di sponsor un gruppo di studenti e professori di ingegneria dell’Università di Trieste (UniTS) in un progetto che mette in relazione formazione, ricerca, innovazione e sport.

Già attiva nei confronti dei giovani, attraverso esperienze di alternanza scuola-lavoro, AMADA è sensibile alla preparazione di studenti brillanti e pieni di  talento.

Per questo sostiene Audace Sailing Team, all'interno del Dipartimento di Ingegneria di UniTs, nella progettazione e realizzazione di una barca il cui scafo dovrà essere altamente performante e costruito in materiale ecosostenibile, così da dimostrare la sua adeguatezza gareggiando in importanti regate del panorama italiano e internazionale.

Il progetto finanziato da AMADA, in questo momento in temporaneo stand by per via dell’emergenza Covid-19, avrà risalto e visibilità già a partire dall’autunno, grazie alle manifestazioni veliche in programma, come la Barcolana 52 di Trieste, la regata più grande del mondo, e la 1001 Vela Cup, che si tiene a Gargnano sul Lago di Garda.


La partecipazione di una realtà produttiva e aziendale come AMADA in questo stimolante progetto è determinante per permettere all’Ateneo di poter sviluppare studi e ricerche specifiche applicate e per poter verificare soluzioni tecniche innovative, magari lontane dall’ambito della lamiera, ma non dalla progettazione ingegneristica alla base del lavoro comune: l’utilizzo di nuovi materiali e tecnologie.